polo sud : CASCINA CORIASCO in fase d’avvio il gruppo di progettazione,enti locali,coop associazioni dei territori distretto 6 e 7 milano metropolitana per il rilancio del progetto

1
Il progetto “housing sociale Cascina Coriasco” nasce dall’incontro fra l’esigenza di rispondere ad una serie di situazioni di emarginazione e di disagio e le opportunità offerte dall’area della cascina.
La trasformazione della cascina aspira a diventare un luogo denso, vitale e fortemente identificato, un nuovo centro per la comunità locale.
Il progetto di housing sociale ha l’obiettivo esplicito di realizzare un intervento che, se da una parte assume i bisogni espressi della comunità locale – riqualificazione del tessuto urbanistico, recupero di qualità ambientale, completamento di servizi di vicinato – dall’altra considera e dà spazio alle istanze e ai bisogni espressi dal Comune di Lacchiarella e dal piano di zona di Pive Emanuele.
Il progetto “housing sociale Cascina Coriasco” si presenta come un intervento di grande complessità in cui la sfida, come dimostrano i più recenti progetti di risanamento e di riqualificazione delle aree urbane periferiche e degradate, si gioca non solo sulla qualità architettonico-urbanistica ma anche sul carattere integrato e concertato delle azioni di intervento, sulla capacità di mobilitare gli attori locali e attivare redi si supporto e forme di solidarietà diffusa, sulla creazione delle condizioni necessarie per la costruzione di spazi di convivenza tra abitanti della cascina e soggetti marginali ed esclusi, e infine sulla promozione di percorsi reinclusione sociale in grado di coinvolgere attivamente chi vive in situazioni di disagio grave.
Il progetto “housing sociale Cascina Coriasco” potrà avere un programma d’azione complesso e innovativo sia per quanto riguarda i contenuti, sia per le procedure che metterà in atto per arrivare alla definizione progettuale di maggior dettaglio, i due aspetti che saranno strettamente intrecciati sono:
 l’innovazione dal punto di vista dei contenuti consiste nel carattere di progetto integrato, nella realizzazione di servizi destinati a situazioni di marginalità gravi combinandoli con una serie di funzioni “nomali” quali la residenza, i servizi di riabilitazione, servizi di formazione, attività artigianali e commerciali superando così le modalità più tradizionali di trattamento settoriale praticate negli interventi pubblici e privati di assistenza sociale:
 l’innovazione nei contenuti del progetto corrispondente una innovazione nelle modalità della sua costruzione; l’attività di definizione del progetto sarà caratterizzata da un ampio coinvolgimento non solo di tutti i soggetti pubblici e privati a diverso titolo impegnati nell’erogazione dei servizi alle persone in condizioni di disagio, ma anche dei comuni del piano di zona attraverso il metodo della progettazione partecipata che sarà finalizzata a far si che i comuni e la popolazione di Lacchiarella, non solo potranno accogliere l’intervento, ma potranno vedere in esso anche la realizzazione dei propri obiettivi, come ad esempio le risposte a legittime esigenze di riqualificazione dell’area e realizzazione di nuovi spazi.
La progettualità dell’housign sociale di Cascina Coriasco prevederà la realizzazione di un insediamento integrato composto da servizi speciali di carattere assistenziale, attività commerciali/artigianali e residenze connesse alle attività di servizio, spazi, servizi ed attrezzature pubbliche di interesse locale.
2
Oltre alle evidenti finalità di riqualificazione urbanistica e di rivitalizzazione sociale, non va dimenticato che l’intervento consentirà di realizzare una importante operazione di risanamento ambientale in quanto prevedrà il recupero della cascina rimasta fino ad oggi compromessa dal punto di vista architettonica e ambientale.
Il carattere complesso del contesto socio-territoriale di riferimento e la natura integrata dei problemi per la progettazione, sarà utile adottare la metodologia della progettazione partecipata, un approccio che da una parte faciliterà l’accettazione sociale dell’iniziativa e potrà porre le condizioni per un innesto ed un radicamento efficace del progetto “housing sociale cascina Coriasco”, dall’altra assumerà conoscenze locali e saperi specifici che arricchiranno il percorso di costruzione delle soluzioni.
Inoltre la metrologia partecipata potrà affrontare simultaneamente una serie di questioni proprie del processo di progettazione:
 problemi di assetto di ogni singola funzione
 problemi di interazione fra attori e funzioni differenti
 problemi di rapporto tra comunità locale e “nuovi abitanti” introdotti attraverso le attività di servizio e di assistenza.
Il programma di lavoro sarà elaborato e gestito da un gruppo tecnico e sarà articolato in differenti fasi:
 attivazione di tutti i soggetti interessati alla costruzione “housing sociale cascina Coriasco” favorendo momenti di incontro e di scambio per far maturare nei diversi attori quadri di riferimento comuni e una responsabilità diffusa nei confronti degli impegni che il progetto prevedrà
 coinvolgimento strutturato della popolazione locale e attivazione di curiosità ed interesse intorno alle future realizzazioni
 cura dei rapporti con l’Amministrazione comunale la procedura migliore da adottare al fine di giungere nel più breve tempo possibile alla formalizzazione della proposta

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...