ANIMAZIONE SOCIALE (GRUPPO ABELE) INVITA :

In un tempo di intensa ricerca di vivibilità nei nostri paesi, quartieri e città, da più parti si stanno sperimentando Case del Quartiere e Spazi della Comunità, dove i cittadini tendono ad auto-organizzarsi per far fronte a problemi locali e dare vita a una diversa abitabilità nella comunità locale.

Pur con etichette diverse, Case e Spazi si qualificano per alcuni denominatori comuni: spazi fisici (case, cascine, fabbriche…) ma soprattutto spazi mentali ed emotivi, agorà sociali con un alto livello di auto-organizzazione dei cittadini e un sostegno valorizzante di operatori competenti, cose da fare attorno a cui aggregarsi, governance partecipata. Tutto questo in territori anche difficili che si misurano con la ricerca di altri stili di vita, la tessitura di nuove modalità di relazione e convivenza, la pratica di micro alternative al sistema socio-economico, la costruzione di nuove imprenditorialità, il dialogo su un nuovo discorso sociale.

Il bisogno di fermarsi per estrarre il sapere pratico

Proseguendo la collaborazione con la Cascina Roccafranca di Torino – con un insieme di riflessioni confluite nel 2010 nella rivista e nel volumetto Una Cascina per costruire lo spazio comune – come rivista ci siamo ritrovati con il Coordinamento delle attuali nove Case che hanno appena lanciato un loro Manifesto (www.casedelquartieretorino.org) e condiviso l’idea che è importante estrarre il sapere di cui è intriso il loro lavoro e di farlo attivando uno scambio fra esperienze in giro per l’Italia.

La costruzione di una rete di scambi

Cerchiamo contatti con micro reti sociali imprenditive sul piano culturale, artistico, educativo, ecologico che condividono il valore aggiunto dello svolgere le attività dentro uno spazio in cui ci si sente a casa e si possono intrecciare le risorse delle istituzioni e quelle dei cittadini per produrre beni comuni, sensibili alla tessitura di un nuovo discorso sociale.

Siamo interessati anche a una documentazione sulla loro filosofia, stile di lavoro, forma di governance, ricadute sulla convivenza locale…

Per condividere tutto questo stiamo organizzando a Torino due seminari:

il 7 novembre e 28 novembre 2015, per delineare gli oggetti di lavoro da portare a un convegno nazionale (entro marzo 2016).

La partecipazione è gratuita ma il numero dei partecipanti è limitato.

Per informazioni, iscrizioni ai seminari, invio documentazione, scrivere a casadelquartiere.as@gmail.com

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...