chiacchierando con il prof.Borgonovi della Bocconi e provando ad iniziare a rispondere alle Sue domande

  1. il problema delle persone con disabilità: lei pensa a tutte le disabilità gravi o a qualche disabilità in particolare?

    Tutte quelle condizioni di disabilità che,per raggiungere un benessere possibile,richiedono una “cura” complessa sotto gli aspetti sanitari e sociali

  1. le associazioni di famiglie che si occupano delle problematiche di queste persone

    ragionando,per ora con orizzonte la città metropolitana,possiamo dire che le famiglie si sono raccolte intorno a due reti che stiamo tentando di fondere 1) i poli della disabilità (vedi allegato )2) rete ads,amministratori di sostegno ( vedi allegato ).La novità è che nei poli coesistono i vari portatori d’interesse ( persone con disabilità,familiari,coop,associazioni e fondazioni di partecipazione,uniti per uno scopo comune : il benessere possibile,partendo dai territori

  1. i risparmi che le famiglie potrebbero mettere a disposizione

    le famiglie che hanno al loro interno una persona fragile,sono considerati,gli ultimi risparmiatori della repubblica,in quanto hanno accantonato somme da destinare alla persona fragile.Tali somme,poche o tante che siano sono disperse nel sistema bancario e nessun istituto di credito ha preso a cuore il “come utilizzare al meglio questo risparmio,in termini mutualistici”.La frammentazione non crea una massa critica d’interesse per le banche e spesso chi gestisce la vita di queste persone fragili ,le coop,devono accedere al credito per far fronte alle necessità finanziarie mensili,non tenendo conto del “potenziale patrimoniale “ presente nella prima loro rete: gli ospiti dei loro servizi…

    E’ necessario però che i servizi scoprano una dimensione di coprogettazione e cogestione per creare quel legame di fiducia che devono differenziare i servizi socio assistenziali dai servizi sanitari dove sei paziente e non ospite .

  1. gli altri flussi finanziari (disponibili), ad esempio dallo Stato, dalla Regione, dal Comune

il costo di una retta di comunità,in media intorno ai € 90 al giorno è composta da tre flussi : la sanità il comune e la quota isee dell’ospite/inquilino

Lo sviluppo dei servizi non è determinato dal bisogno (domanda) ma dall’offerta finanziabile con risorse pubbliche,quindi ora limitate.

  1. che cosa si chiede a Etica o ad altra istituzione di Finanza Etica: un finanziamento, un contributo a fondo perso, una partecipazione a fondazione?

    Dopo un certo numero d’incontri in banca etica,l’ipotesi percorribile appare una ricerca /azione su alcuni progetti nelle varie aree della città metropolitana per : “ usare un prodotto di risparmio gestito finalizzato allo scopo del “ dopo di noi “ aggregare le famiglie del territorio intorno a questa sfida,individuare dei testimoni credibili che faranno questa scelta,definire un “patto” con l’ente gestore di coprogettazione e cogestione trasparente e accarezzare l’idea che,su modello Olivettiano si possano creare delle fondazioni di prossimità su bacini territoriali di 120000 abitanti per vigilare e promuovere il tema,una sorta di campanile “laico” che attragga il risparmio della cittadinanza attiva per uno scopo specifico

  1. quali condizioni per rendere realistica la proposta?

    .orizzonte metropolitano

    . consolidamento reti territoriali

    .fusione dei piani di zona su bacini non inferiori ai 100.000 abitanti

    .sviluppo di tavoli permanenti di coprogettazione con gli enti locali

    .individuzione di indicatori di qualità per gli enti gestori che valorizzino la coprogettazione e la cogestione dei servizi

caro prof,continuo a pensare e le riscrivo

grazie

guido de vecchi

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...