la Rete aiuta nei periodi di crisi economica ?

I primi investimenti che saltano nei periodi di crisi ,rispetto al sistema dei servizi ,sono le attività di secondo livello,perchè le realtà  sono schiacciate dalla gestione del quotidiano. Noi abbiamo scelto di continuare il nostro Servizio alla Rete,investendo tempo e risorse private,perchè crediamo fortemente che ancorpiù in questi momenti ,lavorare insieme sia indispensabile per sostenere i nostri servizi e tutelare quindi i diritti che li hanno promossi . Siamo convinti che i problemi dei membri della rete sono anche i nostri e risolverli insieme porta giovamento a tutti i nodi della rete .

Partire inoltre dai bisogni e non dalle categorie dell’emarginanzione,quando possibile,può essere la chiave per attivare economie e sinergie positive .

Per fare tutto cio’ dobbiamo però impegnarci a rendere i momenti d’incontro partecipati e a sentire su di noi la responsabilità di contaminare altri in questa scelta .

Pretendere non serve,è il momento di percorrere nuove vie riscoprendo una fantasia assopita dall’eccessiva dipendenza dall’Ente Pubblico, lavorando per una coprogettazione,guidata da regole di buonsenso,uniti dal denominatore comune di voler Servire i territori in cui siamo presenti con le nostre realtà.

Ciò implica un patto tra Servitori dello Stato in cui la trasparenza dei dati economici e non,la chiarezza nei rapporti e l’onere di eliminare ogni minimo spreco di risorse pubbliche e private è un dovere imperativo .

Scoprire insieme anche la comunicazione e la raccolta fondi verso i cittadini dei nostri territori quali strumenti indispensabili per la qualità della vita .

Forse da questa sofferenza e solitudine del nostro quotidiano,percorso da ingiustizie,bassa politica e piccoli giochi di potere se attiveremo insieme queste nuove azioni,potrà nascere qualcosa di migliore a Servizio delle nostre famiglie,dei nostri operatori e volontari .

Il volontariato insieme alla cooperazione possono,oggi innescare questi processi,vigilanti però su una politica locale e nazionale che ha anteposto gli interessi di bottega al Servizio al Paese.

Non basta quindi oggi fare bene il nostro pezzo, ma dobbiamo insieme mantenere una visione globale per farsì che il nostro sforzo produca un reale cambiamento nei territori fissando un chiodo in parete

Attendiamo da tutti noi  suggerimenti e disponibilità  perchè  tutto cammina sulle nostre gambe , saremo noi responsabili del nostro domani.

Guido de Vecchi

illab

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...