Le quattro gambe del tavolo,ovvero garanzie e speranze nei territori

In attesa che la Politica,quella con la P maiuscola,si riappropri dello spirito di Servizio al cittadino,siamo chiamati nel qui ed ora ad attivare nuovi modelli che possano permettere alle associazioni familiari di continuare a sviluppare azioni sociali utili e innovative.

L’autorganizzazione low cost delle associazioni,necessita di mettere in rete sui territori associazioni,cooperative,enti locali e fondazioni di partecipazione (di prossimità ) realtà complementari tra loro e che partecipano allo sviluppo territoriale.

Anche le fondazioni di prossimità (FdP) perché unici istituti che garantiscono la continuità nel tempo delle volontà del donatore e che possono attrarre,attraverso percorsi di fidelizzazione,i cittadini di un territorio rispetto alla loro propensione a donare per un buon progetto.

La FdP come strumento a disposizione delle reti per comunicare la mutualità e la solidarietà tra cittadini, per gestire azioni miranti a raccogliere il risparmio delle famiglie,in collaborazione con istituti di credito che mettano al primo posto il cliente e i suoi bisogni .

Sul territorio della provincia di Milano che ha 3.083.955 abitanti,la fondazione di prossimità,controllata dalle associazioni e quindi dai cittadini,partecipata dai comuni e dalle aziende profit di un territorio,dovrebbe avere una competenza dai 120 ai 150.000 abitanti per esercitare una reale prossimità nei comuni e verso le famiglie .

Se necessario le FdP potranno avere un ruolo anche di gestione delle amministrazioni di sostegno per le persone non in grado di autorappresentarsi,diminuendo il numero delle tutele/ads in carico all’ente pubblico e iniziando così a limitare i conflitti d’interesse tra cittadino e P.A .

Tutto ciò richiede una regia pubblica che possa vigilare e sviluppare le reti.

L’assenza della Provincia in questa congiuntura è grave e preoccupante perché è a lei che in termini di formazione,sviluppo di buone prassi e ricerca azione , l’associazionismo guarda  perché fissi nelle regole ciò che è patrimonio dei territori.

La prossimità di Csv aiuta questi processi innovativi ma non può sostituirsi al ruolo dell’ente pubblico e del forum provinciale del terzo settore .

Per tutti questi motivi la nostra speranza è che il seminario del 15 aprile sia l’inizio di un nuovo percorso e di una nuova collaborazione con un ente che,finchè non verrà soppresso,deve giocare il suo ruolo di prossimità  e di regia di processi virtuosi .

Alcuni dati :

Fondazioni di partecipazione presenti in provincia di Milano con vocazione sociale e territoriale = 2

asl mi       7 comuni    1.566.870  abitanti    ( media abitanti per comune   224.000 )

asl mi1   73 comuni       969.605  abitanti     (                                                         13.300 )

asl mi2   54  comuni       547.480 abitanti     (                                                         10.140 )

è necessario inoltre collegare il mondo delle fondazioni comunitarie del sistema Cariplo che hanno bacini di 500.000 abitanti,con le nostre reti che auspicano una maggior prossimità .

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...